Facebooktwitteryoutubeinstagramby feather

Un pensiero per James…

Scritto da Zonametallica on . Postato in News

Un fulmine a ciel sereno ieri ha colpito tutti i fans dei Metallica. Dopo 17 anni, James rientra in rehab per curare la sua dipendenza e per seguire un programma che lo riporti al suo pieno recupero.

Come nel 2001 quindi, torna a farsi aiutare per la seconda volta in modo serio.

Sgomento…. questo è quello che la mia testa ha subito ieri mattina, come una pallottola che si conficca dentro le parti più vive e pulsanti del mio emisfero intellettivo. E’ stato come un mezzo lutto (con tutto il dovuto rispetto). Quando condividi una passione così grande e vivi al 100% ogni giorno il mondo Metallica da 30 anni, è dura da digerire, è dura da associare alla realtà ed è dura, soprattutto, al rientro da un grande Tour (ho assistito a 8 show qui in Europa) dove hai visto coi tuoi occhi, ancora una volta, la grande forza della band, alla soglia dei 56 anni, venir fuori in maniera così viva e devastante.

Ho letto di tutto ieri, cose che ho condiviso, cose che mi hanno fatto irritare e cose che è meglio non commentare neppure. Non mi sento ora di giudicare i pensieri o le critiche della gente, fans e non, ma sono certissimo di un paio di cose che forse sono sfuggite un pò di mano a qualcuno.

Chi davvero conosce i nostri lati oscuri? Senza entrare nella psicologia, che non è per nulla il mio campo, mi sono domandato: “Come fanno certe persone ad affermare di conoscere James? Solo per aver visto 30/40/50 show della band? Per averci parlato 5 minuti in un Meet & Greet? Per aver letto la storia della band o info sulla sua adolescenza? Ma per favore!

Sapete chi conosce i miei lati oscuri nel bene o nel male? Le mie fragilità, i miei demoni? Solo chi mi vive ogni giorno al 100%…ed è a stretto contatto con la mia anima, ma che soprattutto ha visto luci ed ombre di me stesso. Quella persona potrà sicuramente esprimere la sua importantissima (per me) opinione.

Ci vogliono anni per conoscere “quasi” totalmente una persona… e forse, mai la si conoscerà a fondo…

James Hetfield è un essere umano come tutti noi. Può fare delle cazzate, può usare frasi di circostanza ed apparirci come un’entita soprannaturale, un esempio da seguire musicalmente, ma rimarrà per sempre un uomo che ha avuto delle esperienze negative nella prima fase adolescenziale, e che ne è stato segnato; come altre persone in tutto il mondo. Un uomo che si alza al mattino ed è incazzato con tutti, o che fa la checca isterica perchè i suoi biscotti preferiti sono finiti. Nulla di più semplice.

Molti sono convinti anche di questo: “I Metallica a Milano erano sottotono, James invecchiato, dunque già si vedeva che aveva ripreso a bere”

Altra stronzata colossale!

La band a Milano ha suonato sotto pioggia battente. Chiedete ad un musicista cosa significhi suonare in quelle condizioni. Prima di Milano hanno fatto tre show a cui ho assistito e l’unico sottotono è stato il primo a Lisbona, che avevo già messo in preventivo perchè il primo show della band dopo un paio di mesi di assenza dal tour è sempre un rodaggio. Madrid e Barcellona nulla da dire, dopo Milano, Parigi e Zurigo che sono andati altrettanto benone.

Il ragionamento dunque: “sei show della prima leg, Milano è stato il peggiore (sotto nubifragio) e dunque James ha ripreso a bere… “Eh si, non fa una grinza direi come ragionamento”… solo che, come Milano, fa acqua da tutte le parti… Sulla sua presunta vecchiaia poi, stendiamo un velo pietoso.. così come i suoi “mustache”.

Su tutta questa vicenda, la mia idea me la sono fatta ma non la dirò, altrimenti, sarebbe come cadere in un circolo vizioso di chi giudica e chi ha già capito tutto. Semplicemente sono andato solo per logica ed ho dedotto alcune cose sulla vicenda

L’unica cosa che posso dire è che gli ultimi 4 show della band che ho visto ad agosto sono stati come sempre, irti di energia positiva, voglia di stare insieme ed assistere ad uno show unico ed irripetibile. Nessun segnale di malessere, tanto per essere chiari.

Le uscite di Birra e Whiskey possono aver influito? Non penso che la band faccia delle mosse che possano far male a James. Se ci fossero stati dei problemi non l’avrebbero fatto, anche perchè non ne hanno bisogno

I Metallica sono un’unica entità che insieme non ha eguali. La luce negli occhi che emanano è percettibile, come gli occhi dei fans che li seguono. C’è un’alchimia particolare che non verrà spezzata neppure in questo momento difficile, dove non sappiamo nulla di ciò che sta accadendo e non sapremo quali saranno le ripercussioni future.

Ho sentito però moltissimi fans stringersi attorno a questo momento delicato per James, che ancora una volta sta affrontando quel Lupo che è dentro di lui, quell’anima dannatamente in contrasto col mondo che sta vivendo, quell’anima che ancora una volta ha chiesto aiuto e lo sta ottenendo, come chi non vuole arrendersi e lotta per uscire da quella gabbia che è la sua testa, e che lo intrappola ogni qual volta si chiude. Noi siamo qui per cercare di fargli ritrovare la chiave per liberarsi. Non possiamo che ammirarlo per il coraggio che dimostra prendendo di petto tutto questo, e il nostro sostegno ora è importante perchè lui esca indenne da questa ennesima battaglia mentale.

Mario Salvatori (Responsabile ZM)

Trackback dal tuo sito.


   

ZONAMETALLICA V4.0 FAN CLUB UFFICIALE ITALIANO DEI METALLICA #350 Copyright 2006 - 2014 Design by Mariosky Inc.

Powered by Warp Theme Framework
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.