Facebooktwitteryoutubeinstagramby feather

PERCHÈ IL SUCCESSO COMMERCIALE DEI METALLICA HA ECLISSATO QUELLO DELLE ALTRE BAND DEI BIG FOUR? LARS ULRICH FA QUALCHE RIFLESSIONE

Scritto da Zonametallica on . Postato in News

Il 23 Marzo, il batterista dei Metallica Lars Ulrich ha preso parte ad un’ intervista presso il festival Online Marketing Rockstars (OMR), la più conosciuta fiera di scambio Europea per quanto riguarda l’online marketing, oltre che una delle più grandi al mondo, che si tiene ad Amburgo in Germania.
Alla domanda su cosa i Metallica abbiano fatto di diverso rispetto agli altri Big Four del thrash metal anni 80 (Slayer, Megadeth ed Anthrax) per far sì che la band capitanata da James Hetfield avesse un successo commerciale molto più grande, Ulrich ha detto: “beh, non voglio sputare sentenze. Tutte queste band sono nostri amici, nostri compagni, e ho un tremendo rispetto e affetto per ognuno di quelle band. Ma immagino, nei Metallica abbiamo sempre sentito di essere autonomi e di avere il nostro mondo da disadattati senza mai far parte davvero della scena. Abbiamo fatto il nostro percorso. Siamo ferocemente indipendenti, e abbiamo questo approccio in tutto quello che facciamo, non cerchiamo di attaccarci ad altri metodi per fare le cose o spaziando tra trend particolari, seguendo la moda o altri modelli economici. Facciamo quello che è giusto per i Metallica nel nostro universo. E abbiamo preso delle decisioni lungo la strada, tanto pratiche quanto creative, che ci hanno fatto fare un percorso differente. Non sta a me dirlo, non sono un giornalista, e non mi sento a mio agio a sedermi e a parlare del perchè noi siamo in una determinata posizione e gli altri no.”
Lars ha anche parlato delle decisioni più imporatnti che i Metallica hanno fatto nel corso degli anni che hanno dato alla band molto più successo rispetto alle altre.
“Come ho già detto, l’obbiettivo principale è stato sempre l’indipendenza, fare il nostro senza mai avere la sensazione di servire qualcun altro o di dover mungere per i bisogni che non fossero i nostri, senza seguire dei trend di moda o di business particolari,” ha spiegato Ulrich. “Musicalmente facevamo musica più dura, ma non abbiamo mai sentito particolarmente di appartenere ad una scena musicale. Ci sentivamo come se potessimo… quando è uscito Ride The Lightning, il nostro secondo album, nel 1984, c’era una chitarra acustica in Fade To Black, e la gente è impazzita: ‘oddio! Cosa stanno facendo?’ Ma per noi era solo la nostra naturale evoluzione musicale. Abbiamo sempre fatto in modo che fosse la nostra creatività ad indicarci la strada e poi, come abbiamo detto, la praticità ed il business è come se tracciassero una rotta parallela a tutto ciò. Per me è tipo… l’ analogia che uso spesso nelle interviste è che c’è un treno, noi facciamo del nostro meglio per farlo sterzare ma allo stesso tempo, non possiamo farlo deragliare. È così che vediamo le cose, sai che devi sterzare ma devi farlo al momento giusto.”
I Metallica hanno fatto 8 shows in Europa lo scorso mese e hanno altre 16 date programmate tra adesso e metà Maggio. Inoltre hanno recentemente annunciato i dettagli della tappa Nordamericana 2018-2019 del Worldwired Tour in supporto dell’ ultimo album della band, Hardwired…To Self-Destruct.
Il viaggio di 34 date parte il 2 Settembre a Madison, Wisconsin e proseguirà fino al 13 Marzo a Grand rapids, Michigan. Ogni acquisto di biglietto sarà accompagnato da una copia fisica o digitale di Hardwired.

Trackback dal tuo sito.


   

ZONAMETALLICA V4.0 FAN CLUB UFFICIALE ITALIANO DEI METALLICA #350 Copyright 2006 - 2014 Design by Mariosky Inc.

Powered by Warp Theme Framework
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.