Facebooktwitteryoutubeinstagramby feather

Novembre 2010

27 novembre 2010 | Lars spiega l’iniziativa del “Live At Grimey’s”

Il batterista dei Metallica Lars Ulrich ha spiegato a The Pulse of Radio la ragione per la quale il “Live at Grimey’s” sarà distribuito unicamente nei negozi indipendenti. “Praticamente tutta la mia ispirazione musicale può essere localizzata nei negozi indipendenti, dove sostanzialmente ho iniziato a costruire la mia collezione di album. Così, quando ci hanno chiesto se volessimo pubblicare il concerto al Grimey’s, non c’abbiamo pensato un attimo,” ha spiegato Ulrich. “La gente che è interessata a quest’album e vuole anche supportare i negozi indipendenti di musica, beh sicuramente non fa una brutta scelta.”

27 novembre 2010 | Kirk all’interno del Documentario “Cry Baby: The Pedal That Rocks The World”

Eddie Van Halen, Jerry Cantrell, Slash, Buddy Guy, Kirk Hammett e Zakk Wylde hanno partecipato alla realizzazione di “Cry Baby: The Pedal That Rocks The World”, un documentario che racconta la storia del pedale più venduto della storia della musica, a partire dalla sua invenzione nel 1966 fino a oggi . Il pedale è stato un ingrediente essenziale per la creazione di classici del rock come “Voodoo Child” di Jimi Hendrix, “Enter Sandman” dei Metallica e “Sweet Child O’ Mine” dei Guns n’ Roses. Il documentario uscirà in pubblico nel febbraio 2011.

VIDEO

 

26 novembre 2010 | Record di pubblico in Australia ..

Con una serie di concerti in Australia, i Metallica hanno avuto una folla record che ha superato anche Britney Spears. La band di James Hetfield ha riempito quattro date dell’Acer Arena di Sydney, con una vendita totale di 74.244 biglietti. Il record precedente era di Britney Spears, con 66,247 . Michael Coppel, promotore del tour australiano dei Metallica, ha detto “E’ tutto fantastico , c’è stato un contributo molto grande del pubblico” elogiando le performance live del quartetto . I Metallica non facevano un Tour in Australia dal 2004 .

24 novembre 2010 | Il pensiero di Chirazi sulla fine del World Magnetic Tour

Da Metallica.com : …dunque è questa la fine, amici miei…Voglio dire, non la fine dei Metallica, eh-eh… come ha detto James Hetfield alla conclusione del World Magnetic Tour alla Rod Laver Arena di Melbourne, ‘torneremo diverse altre volte’ … no, amici miei questa è la fine di un tour che ha visto 215 concerti in 992 giorni in 45 nazioni diverse.
La fine della fine del tour che ha visto i Metallica in Australia tre volte per poter soddisfare le richieste (cioè, cos’era? 16 concerti che quegli amabili, pazzi bastardi australiani si sono bevuti come fosse il miglior champagne in comode bottiglie di birra?).
La fine di un tour che (per me) ha visto la band riscoprire il proprio cuore e la propria anima.La fine di un tour che ha visto questi quattro uomini crescere più di quanto abbiano mai fatto.
È la prima volta che ho visto un tour dove tutti nella band non si siano stancati di stare insieme.Niente litigi.Niente lamentele.Solo quattro uomini che si divertivano ogni sera portando da voi la musica, e oltretutto che si divertivano a stare insieme.

C’è ovviamente un certo sollievo dal punto di vista fisico, finalmente un po’ di riposo.
Ma allo stesso tempo, ci sarà un senso di… beh, ‘è stato divertente cazzo, ci mancherà’.
Perché secondo me Lars, James, Kirk e Rob si sono lanciati in perfomance che spesso trascendevano in termini di quanto ancora possano andare oltre come artisti e musicisti. E in quanto tale, è cresciuta la consapevolezza della loro rinascita a partire da ‘Death Magnetic’.

Questi concerti (questo tour) ha visto i Metallica suonare liberi dalle pressioni e dallo stress che spesso i gruppi di un certo livello si portano dietro. Hanno suonato con lo spirito giovanile.

Ma non confondiamo, non è stata certo una roba facile. È stata un’enorme operazione che non sarebbe potuta essere tale senza la più grande crew di questo mondo. Solitamente non sono un amante delle statistiche, ma credo sia doveroso dire qualcosa a questo proposito perché è davvero pazzesco.
143 concerti nelle arene, 34 festival, 29 concerti negli stadi, 4 concerti in club/teatri, 3 concerti in radio/TV, 2 concerti alla Rock And Roll Hall of Fame…due disastri naturali come il vulcano islandese e il terremoto di Christchurch ma nonostante ciò nessun concerto cancellato (a meno che non contiate anche un certo incidente con le ostriche!)… circa 56.000 palloni da spiaggia sono stati lanciati (e pare che i tecnici e i lavoratori abbiano consumato lo stesso ammontare in birre)… sette bambini sono nati ai membri della crew, c’è stato un fidanzamento (Tori e Trivett) e un matrimonio (Dewey)… ci sono stati circa 180 membri della crew per i quali questo periodo è stato un lavoro 24 ore su 24. ; 14 di questi hanno partecipato dal primo concerto fino all’ultimo. Ci sarebbero tante altre cose ma, beh, un altro giorno. Non c’è bisogno di dire che da quando il tour è iniziato (14 maggio 2008) fino a quando è finito (21 novembre 2010), un sacco di cose sono accadute a un sacco di persone…
…ed è questo che serve alle tournee per sopravvivere, per non dire prosperare: lo spirito familiare deve essere qui, lì, dappertutto. Pensateci per un momento; questo non significa certo che tutti 24 ore su 24, 7 giorni su 7 siano contenti e scintillanti, significa piuttosto amore e rispetto dappertutto e per tutti, dalla band alla crew, fino a voi…
Lars stava parlando con alcuni di quei fantastici fan che viaggiano per centinaia di miglia solo per assistere ai concerti dei Metallica, e ha spiegato loro che anche lui faceva delle cose simili per Richie Blackmore. E ha detto che presto si sarebbe unito a loro. E stasera, dopo l’ultima nota del tour, dopo che “l’ultimo fischio” è stato emesso, c’era Lars che saltava dal palco per andare a mischiarsi nella folla (Kirk l’ha subito seguito), tuffandosi tra la gente e riemergendo per prendere aria, con le sue solite smorfie Ulrichiane. È stato grandioso, un gesto semplice ma potente (ma anche puro). Queste sono cose che non si possono fingere. Proprio non si può. E lo dico non solo perché Lars l’aveva promesso ai ragazzi e ha mantenuto la parola, ma perché in fondo in fondo la band riceve una grandissima energia proprio dai fans. È innegabile. Molto probabilmente sapete a cosa mi sto riferendo, e se non lo sapete basta andare a un concerto per capirlo!
Quindi veramente, fatemi chiarire una volta per tutte. Sì, siamo arrivati alla fine del World Magnetic Tour, ma è stata una celebrazione dei nuovi mondi, dei nuovi posti, nuovi viaggi e destinazioni e credo che i Metallica ora porteranno con loro una nuova dose di gioia, divertimento e coraggio. E per quanto io ci provi a concludere dicendo addio, beh, non è un vero e proprio addio o sbaglio? I Metallica compiranno 30 anni a partire dal gennaio 2011… e considerando la voglia che ho potuto constatare ultimamente, sono sicuro che sentirete parlare di loro prima o poi (hanno già annunciato che parteciperanno al Rock in Rio il prossimo settembre, questo già vi dice qualcosa). Non so nulla di riservato, non ho dettagli di nessun tipo a questo riguardo, ma posso dirvi con certezza che non mi sbaglio!
🙂

Steffan Chirazi

Melbourne, 21 Novembre 2010

21 novembre 2010 | James & Lars su Billboard

Metallica: The Billboard Cover Story è online su Billboard.com e vede il batterista Lars Ulrich e il frontman James Hetfield discutere su diversi argomenti come la prossima pubblicazione (26 novembre) del Live at Grimey’s, un nuovo liveset di 9 tracce che sarà disponibile solo presso rivenditori indipendenti e sul sito web della band.

Sul Live at Grimey’s : Ulrich ha detto che questo nuovo album live potrebbe non essere all’altezza dei classici live della sua giovinezza, come il “Live and Dangerous” dei Thin Lizzy o il “Double Live Gonzo!” di Ted Nugent . Secondo Hetfield, quest’album dimostra il supporto che ha la band per i piccoli negozi come quelli che frequentava lui stesso durante la sua giovinezza nei pressi di Los Angeles. “Ricordo che ero troppo lontano dai grossi negozi musicali per poterci arrivare con la bicicletta,” ha spiegato il frontman. “Ma c’era un negozietto molto intimo, sembrava il classico posto dove magari potresti prendere lezioni di violino. Nonostante ciò, ogni tanto avevano roba forte. In effetti ho comprato il mio primo singolo proprio lì.” Quando gli è stato chiesto cosa sia cambiato da allora per l’acquirente musicale, Hetfield ha commentato: “C’era un qualcosa di mistico e di trepidante che ora non c’è più. Era grandioso aspettare che uscisse il nuovo album dei Judas Priest o degli Scorpions. Oppure quando ordinavi qualcosa: un album degli Angel Witch, o dei Venom. Arrivava la chiamata e tu dicevi, “Oh, è arrivato!” Riguardo l’era musicale attuale, Ulrich ha detto che “la grandezza di internet è a portata di tutti. Puoi seguire le tua band preferite giorno per giorno, vedere le setlist dei concerti di tutto il mondo. Per quanto ci riguarda, puoi anche ascoltare il concerto dopo 6 ore dalla fine. Quando avevo 11 anni, avere la possibilità di seguire i Deep Purple o gli Uriah Heep in giro per il mondo sarebbe stato una cosa epica. Sono contento del fatto che i giovani cerchino di informarsi e a seguire da vicino il mondo della musica e in particolare le loro band preferite. È una bella cosa, prima era molto diverso. Io lo dico ai miei ragazzi, ‘Ero su quel cazzo di treno per Copenhagen tutte le mattine, mentre tutto quello che voi dovete fare e cliccare su un mouse!’ Non gliene potrebbe fregare di meno.”
Per quanto riguarda i piani futuri, i Metallica suoneranno al Rock in Rio in Brasile nel prossimo settembre, mentre il processo di scrittura del nuovo album dovrebbe iniziare nella prima metà del prossimo anno. Ulrich ha spiegato che i Metallica sono vicini al completamento dei loro obblighi con l’etichetta discografica in giro per il mondo, il che significa che la band ha alcune “interessanti decisioni da prendere” su come (e con chi) vendere la propria musica nel futuro. Nonostante ciò, Ulrich non è preoccupato. “Considerando la lentezza con la quale scriviamo gli album,” ha detto con una risata, “non è una discorso che dovremo affrontare nell’immediato futuro”

11 novembre 2010 | “The Big Four Live From Sofia Bulgaria” debutta nelle classifiche mondiali

Il nuovissimo DVD “The Big Four Live From Sofia Bulgaria” uscito il 29 Ottobre (Nord Europa) 01 Novembre (Resto del Mondo) 02 Novembre (Nord America) ha debuttato nella sua prima settimana al numero #1 della classifica Americana “Top Music Videos” , vendendo circa 22.000 copie .

Oltre agli States vi proponiamo altre classifiche significative :
Stati Uniti: # 1
Canada: # 1
Regno Unito: # 1
Austria: # 1
Germania: # 4
Svizzera: # 63
Italia : # 1

09 novembre 2010 | I Metallica annunciano la data del Rock In Rio per il 2011 !!!

Come un fulmine a ciel sereno la band ha annunciato sul proprio sito ufficiale la data del 25 settembre 2011 al Rock in Rio di Rio De Janeiro in Brasile come data del 2011 che li vedrà Headliner . I biglietti saranno già in vendita dal 19 novembre sul sito ufficiale del Rock in Rio … Sarà il preludio al ritorno in Europa per la prox estate ???

07 novembre 2010 | Photos & Video dalla serata “Call Of Duty Black Ops”

Come ben sapete il 4 novembre la band si è esibita all’Hangar 8 dell’aeroporto di Santa Monica per la presentazione ufficiale del videogioco di Activision “Call Of Duty Black Ops” . Di seguito troverete delle ottime foto tratte dalla serata di presentazione : LINK 1LINK 2LINK 3LINK 4

07 novembre 2010 | I Metallica vincono “l’Eventful Fans Choice Award”

I METALLICA hanno ricevuto il premio “Eventful Fans ‘Choice Award” dal Touring Billboard Awards, che sono stati consegnati Martedi, 4 novembre in un ricevimento speciale al Sheraton New York Hotel & Towers di New York . L’Eventful Fans Choice Award permette agli appassionati di musica di tutto il mondo di votare per l’artista che pensano dovrebbe vincere per il 2010 da Billboard , il premio per il Best Concert Tour of the Year . Oltre ai METALLICA i candidati al presente premio erano AC / DC, Bon Jovi, Iron Maiden e NICKELBACK . Questo premio è stato vinto unicamente in base ai voti delle persone ed è stato presentato al termine della conferenza insieme al resto della Billboard Touring Awards, che onorano l’industria top dei concerti e dei professionisti basati su dati effettivi raccolti attraverso il Boxscore ; la classifica di Billboard.

05 novembre 2010 | Cuore Metallica

Jed Roberts, un ragazzo di 17 anni affetto da una rara forma di leucemia, ha avuto la possibilità di incontrare i Metallica nel backstage del loro concerto alla Vector Arena di Auckland. Jed è in cura tramite chemioterapia, e a causa di questa malattia non si può permettere viaggi o sforzi eccessivi. Il ragazzo è riuscito ad incontrare la sua band preferita grazie all’associazione “Make-A-Wish”, che ha sede in Nuova Zelanda, e si propone di realizzare un desiderio di ragazzi che, come Jed, sono affetti da gravi patologie.
“Ci hanno detto che era molto difficile incontrare delle celebrità, e di mettere in conto un eventuale rifiuto, ma Jed era sicuro di quello che facevo. Sono molto fiero di lui,” ha detto il signor Roberts, padre del ragazzo. Alla fine il suo desiderio è stato esaudito, ottenendo la possibilità di incontrare i Metallica prima del concerto di Auckland. L’incontro è avvenuto nel backstage, e il suo membro del gruppo preferito, James Hetfield, è stato col ragazzo fino quasi all’inizio del concerto. “Lars, il batterista, ha detto a Jed ‘So che magari non sei in condizione, ma che ne dici di assistere a delle prove e avere un concerto privato?'”, ha spiegato il signor Roberts. Jed ha dovuto rinunciare a causa delle sue condizioni fisiche, ma nonostante ciò è comunque tornato a casa con dei plettri, bacchette, DVD, CD, libri, abbigliamento vario. “Sono stati assolutamente grandiosi… non ero un vero e proprio fan della loro musica, ma sono rimasto davvero impressionato,” ha detto il signor Roberts

02 novembre 2010 | I Metallica in uno show segreto per il lancio del videogioco “Call Of Duty”

Dal sito ufficiale la comunicazione che la band si esibirà in uno show segreto (ora non più segreto) il 4 novembre a Santa Monica per festeggiare l’uscita del nuovo videogioco “Call Of Duty Black Ops” . Il concerto avrà inoltre alcuni pass messi in palio per i ragazzi iscritti al Metclub Americano che non debbono fare altro che iscriversi ad una lotteria interna sul sito del Fan Club per cercare di vincere i tickets . I fondi saranno devoluti in un’associazione che aiuta i soldati a tornare alla vita civile


   

ZONAMETALLICA V4.0 FAN CLUB UFFICIALE ITALIANO DEI METALLICA #350 Copyright 2006 - 2014 Design by Mariosky Inc.

Powered by Warp Theme Framework
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.